chiara battistelli

Mi chiamo Chiara. Sono mamma di un bimbo che mio marito ed io abbiamo adottato dal Sud Africa e che ora ha 4 anni. Viviamo da molto in Belgio e ora a Malta per un po’..

Quando l’abbiamo conosciuto, mio figlio aveva 18 mesi e da quel giorno é stata una scoperta continua per noi e lui una curiosità in constante aumento, mai ferma!

Nella vita faccio tutt’altro ma le sue domande insistenti che continuano oggi, mi hanno spinta a cercare risposte adatte alle sue esigenze …

L’unica cosa che “ferma” mio figlio sono le spiegazioni di come funziona la natura e quelle tecnico-scientifiche, “vere”, da: “dove va a finire l’acqua dei rubinetti?” a “perché la luce é bianca”?, e “da dove esattamente succhiano il nettare le api?”..

E’ cosi’ che ho pensato a tutti i bambini attivi come lui ed ho incominciato a scrivere brevi racconti per rispondere ai suoi “perché”, per rispondere a lui e a tutti i piccolissimi con tanta “sete” di conoscere.

Mi sono divertita a farlo. Ci siamo divertite a farlo, perché non ci sarei riuscita senza le bellissime e coloratissime illustrazioni di Irene Canovari (pittrice e già illustratrice) che riescono a dipingere una realtà piena di magia.

Visto che ero comunque costretta ad informarmi per poter rispondere adeguatamente a molte domande, ho scritto questi brevi racconti con grande curiosità, imparando anche io cose dimenticate o che non mi ero piu’ chiesta da “grande”.

E cosi’ ho scoperto che l’attenzione del mio bambino era quasi piu’ stimolata dalla magia della realtà che dalle favole con gli animali che parlano.

Dunque per questo racconti non abbiamo maltrattato nessun animale!

(Scherzo, io adoro le favole con gli animali ma ……..)

E’ che ho scoperto con lui che essere bambini non vuol dire necessariamente non essere pronti ad ascoltare la “realtà”. I bambini sono molto piu’ competenti ed intelligenti di quanto pensassi. Si ha veramente molto da imparare da loro.

Ognuno di noi é diverso, ed anche i bambini non sono tutti uguali.

E’ bellissimo confrontarsi con menti incontaminate e ri-cominciare a pensare in maniera “neutra”

Il mio desiderio di scrivere é stato quello di dare risposte “vere” e strumenti appunto neutri ai piccolissimi per interpretare aspetti della natura.

Ad esempio con questo primo episodio sui fiori etc non si racconta che le api fanno il miele Che i fiori sono belli e vanno per questo colti, o che le api fanno il miele per noi.

Ma si capisce che l’equilibrio naturale é un altro…. che noi uomini non siamo il centro dell’universo. Mi interessa dare chiavi di lettura alternative all’antropocentrismo, perché credo che un bambino a cui si racconta il vero, avrà poi gli strumenti necessari per fare scelte autonome, indipendenti…

A loro poi un giorno di decidere chi e cosa mangiare, cosa “sporcare”, se rispettare la natura o meno, se il colore della pelle determina l’identità e/o la diversità di una persona,

ma partendo dalla neutralità (dunque dalla realtà scientifica delle cose) e non dalla “cultura” e dal luogo del momento.

Credo che se le cose si raccontano partendo dalla realtà, sin da piccoli, le scelte degli adulti potranno essere diverse…come le scelte alimentari ed ambiantali.

L’idea é quella di fare una breve collana, dunque, su temi naturalistici e “scientifici” , fruilbile dai bambini a partire dai 3 anni.

Insomma questo é un libro dei perché per piccolissimi. Il primo numero é su api, fiori e miele. Il prossimo sulla pioggia (quasi pronto) e quello che arriva a volte dopo la pioggia…   Si apre un mondo di domande, di luce e colori!

Nel terzo racconto si andrà al mare.

L’acqua: idrogeno ed ossigneno. Elemento basilare, principio costituente degli ecosistemi, base di tutte le forme di vita sul nostro pianeta. Il mare continene tutto cio’ che ci fa vivere.

Vogliamo rovinare gli elementi base della vita?

E voi, quali domande affrontate ogni giorno?!

Vi possiamo aiutare?!

Grazie per l’ospitalità in questo blog bellissimo e ricchissimo di contenuti.

Se vi interessa leggere “I mille perché di Dino Ricciolino” il primo episodio, diviso in tre brevi racconti, é per ora su Amazon.it

In cerca di platform piu’ umane….

 

1 Commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Hey Ciao!

Iscriviti alla newsletter di Occhi di Bimbo per ricevere tutti gli aggiornamenti del blog

Grazie per esserti iscritto!