Candele per torte di compleanno: come sceglierle e perché si usano

Candele per torte di compleanno: come sceglierle e perché si usano

In genere la prima cosa che si nota di una torta di compleanno sono le candeline. Queste, infatti, sono il simbolo per eccellenza delle feste di compleanno, pertanto, non possono assolutamente mancare. A ogni compleanno che si rispetti, il festeggiato o la festeggiata deve spegnere le candeline ed esprimere il proprio desiderio.

Come scegliere le candeline di compleanno

Oggi esistono svariate tipologie di candeline per compleanno, ognuna con le proprie caratteristiche. Ebbene, a questo punto ci si potrebbe chiedere come fare per scegliere quella giusta per la propria festa. Ovviamente la risposta non può essere unica, occorre considerare molti aspetti: età del festeggiato, location, tipo di torta ecc. A ogni modo, per non commettere errori, è sempre consigliabile puntare su candeline compleanno particolari e originali, in modo da non passare inosservati. Ad esempio è possibile acquistare le candele numerali, con le quali è possibile creare una data o l’età del festeggiato. Ancora, è possibile optare per le candeline a forma di lettere, con le quali è possibile formare una parola o magari il nome del festeggiato. È possibile altresì optare per le candeline scintillati, magari da accendere al buio in modo da creare un’atmosfera particolare. Infine, per i più tradizionalisti, è possibile optare per le candeline classiche di cera.

Candele per torte di compleanno: come sceglierle e perché si usano - 2022

La tradizione delle candeline sulla torta

Ormai decorare le torte con delle candeline è un’usanza consolidata. Ma come mai? L’origine di questa tradizione è molto antica: i Greci erano soliti offrire alle divinità, in particolare ad Artemide, Dea della luna, delle preparazioni dalla forma tondeggiante, per richiamare la luna piena. Su tali dolci venivano posizionate delle candele, al fine di illuminarli proprio come la luna. Inoltre, il fumo delle candele, trasportava i desideri espressi dalle persone fino alle divinità, raggiungendo il cielo. Per questo motivo, ancora oggi, quando si soffia sulle candeline si esprime un desiderio.

Perché le candeline si spezzano?

Fino a qualche anno fa, dopo aver utilizzato le candeline per festeggiare un evento, in genere si sciacquavano per rimuovere i residui di torta e si riutilizzavano per altri compleanni. Da qualche tempo, però, si è diffusa l’usanza di romperle dopo averci soffiato sopra. Il motivo? In molti pensano che spezzare le candele porti fortuna al festeggiato. In realtà, non si tratta di un’usanza molto nuova, poiché in nord Europa le candeline si spezzano da sempre. Ed è proprio dalle zone nordiche che deriva la leggenda: si narra, infatti, che una bambina che viveva sola nel bosco, incontrò una vecchia in occasione del suo compleanno. Fu proprio la vecchia a suggerire di spezzare le candeline per realizzare il suo desiderio (ovvero quello di far durare la gioia per sempre) ma la bimba non lo fece e si ritrovò sola nuovamente. Un altro motivo per il quale le candeline andrebbero spezzate è la scaramanzia: si dice, infatti, che quando qualcuno utilizza delle candeline appartenute a un’altra persona, gli ruba un anno di vita. Spezzandole, pertanto, si impedisce ad altri di utilizzarle e sottrarre gli anni di vita al festeggiato.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

occhidibimbo.com partecipa al programma associati di Amazon Services LLC, un programma di promozione progettato per provvedere i mezzi ai webmaster per guadagnare una percentuale linkando a prodotti presenti su amazon(.com, .co.uk, .it etc) e ogni altro sito che può essere affiliato con il servizio associati di Amazon Service LLC.

Le immagini sono realizzate personalmente dallo staff di Occhi di Bimbo o reperite presso la directory pexels.com o realizzate dagli illustratori intervistati ed il copyright è dei rispettivi creatori. Se il loro utilizzo violasse diritti di autore saranno rimosse.

L’autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Ogni mio articolo e pensiero è frutto di ciò che provo e di ciò che voglio trasmettere, sarà mia discrezione accettare o meno collaborazioni con brand di prodotti e/o servizi, al fine delle tematiche del blog, al benessere dei lettori e non da meno alla mia etica.