Elisa Rocchi: non mi separo mai dalla “piccola me”

Elisa Rocchi: non mi separo mai dalla “piccola me” - 2021
View Gallery 7 Photos

Mi chiamo Elisa, ho 27 anni e sono un’illustratrice di libri per bambini.
Sono cresciuta nella provincia di Bologna ma ora vivo a Milano, in un piccolo appartamento pieno zeppo di libri, fotografie e illustrazioni.

Adoro passare i momenti liberi nelle librerie, soprattutto quelle specializzate nel settore bambini e ragazzi, ed ogni volta che visito una città non perdo occasione per scoprirne qualcuna di nuova.
Chissà che un giorno non riesca ad aprirne una tutta mia?

Elisa Rocchi: non mi separo mai dalla “piccola me” - 2021
Elisa Rocchi: non mi separo mai dalla “piccola me” - 2021
Quando hai capito che l’illustrazione era la tua professione?

Credo sia sempre stato il mio mondo.
Disegno da quando ne ho memoria e fin da piccola passavo ore a inventare storie e a raccontarle attraverso i disegni. Rimanevo incantata dalle illustrazioni dei libri che leggevo o sfogliavo e volevo anche io creare i miei piccoli albi illustrati.
Poi da più grande, una volta concluso il liceo artistico, ho deciso di iscrivermi al corso di “Fumetto e Illustrazione all’Accademia di Belle Arti di Bologna e da lì ho incominciato sempre di più a scoprirne la parte professionale di questo mondo.

Il tuo linguaggio visivo è molto particolare, quali sono le tecniche e gli strumenti che usi quando disegni?

Parto sempre dal disegno a matita, per poi passare alla colorazione in digitale.
Ma gli step intermedi dipendono dal tipo di progetto: certe volte utilizzo l’inchiostro per definire meglio i tratti mentre altre volte inserisco giochi di chiaroscuro attraverso matite di vario genere.

Elisa Rocchi: non mi separo mai dalla “piccola me” - 2021Cosa pensi del tuo futuro da illustratrice?

Domanda difficilissima! Non so rispondere in realtà. Sicuramente spero di non smettere mai di illustrare libri per bambini… nemmeno a 99 anni!

Perché illustrazione per bambini?

Perché è il mio mondo, è dove riesco ad esprimermi al meglio dando piena libertà alle emozioni. Non mi separo mai dalla “piccola me” che disegnava nella sua cameretta e questo mi aiuta molto ad immedesimarmi nelle varie storie che di volta in volta mi capita di illustrare.

Quali sono i tuoi punti di riferimento nel mondo dell’illustrazione? A chi ti ispiri?

Adoro Oliver Jeffers, Olivier Tallec e Quentin Blake.
Anche se il mio modo di disegnare non mi accomuna con nessuno di loro, li trovo dei veri e propri punti di riferimento. Soprattutto per come riescono a dare vita ai personaggi.

Secondo te, in che modo un buon libro illustrato può aiutare un bambino o una famiglia?

Infondendo curiosità. La curiosità di scoprire il mondo, di andare oltre alle prime impressioni, provando emozioni e imparando valori. Quindi scoprendo anche sè stessi, spesso attraverso storie paradossali che però ben interpretano la realtà.

Descrivici il tuo stile.

Quando illustro una storia il mio intento è far sorridere il lettore, attraverso personaggi buffi nei quali potersi però anche riconoscere. Cerco di farlo con pennellate di inchiostro, tratti veloci a matita, colori non sempre precisi nei loro contorni e giocando molto con le espressioni.

Elisa Rocchi: non mi separo mai dalla “piccola me” - 2021
Elisa Rocchi: non mi separo mai dalla “piccola me” - 2021
Elisa Rocchi: non mi separo mai dalla “piccola me” - 2021
La giusta ricetta per una illustrazione efficace.

Non credo ci sia una giusta ricetta…ma penso che, al di là del proprio stile e della tecnica utilizzata, sia molto importante immedesimarsi nel personaggio e immginare di essere lì a vivere il momento che si sta per illustrare. Anche mimando espressioni e movimenti, se serve (io lo faccio spesso). Così da riuscire, o almeno provarci, a rendere viva la scena e a trasmettere emozioni.

In questi anni, chi ti ha supportato e creduto nel lavoro che fai?

In primis i miei genitori. Hanno sempre valorizzato i miei disegni, fin da quando ero piccola, e mi hanno sempre incentivata a non mollare e a frequentare scuole e corsi legati a questo mondo.
Poi qualche anno più tardi è arrivato il mio fidanzato. Ha fin da subito creduto nel mio lavoro, appassionandosi sempre di più a questo fantastico mondo. MI supporta sempre, in ogni mia scelta professionale.

Se fossi libera da ogni vincolo… Cosa ti piacerebbe illustrare?

I libri di narrativa. Adoro i libri di narrativa, sono i miei preferiti, lo sono sempre stati e ne illustrerei in continuazione!

Elisa Rocchi: non mi separo mai dalla “piccola me” - 2021
Elisa Rocchi: non mi separo mai dalla “piccola me” - 2021
Il consiglio più utile che hai ricevuto.

Il consiglio più utile che ho ricevuto (e che ricevo tutt’ora) è sicuramente quello di provarci, di buttarsi e se va male… di riprovarci. Mettere da parte quel che non ha funzionato e ricominciare, lavorando il più possibile per migliorarsi.

Che consiglio daresti a chi vuole iniziare quest’avventura?

Non mollare davanti ai “no” e continuare ad aggiornarsi attraverso corsi, workshop, presentazioni, eventi, fiere.
Ma soprattutto: disegnare, disegnare, disegnare.

Segui Elisa Rocchi su Facebook, Instagram e sul sito web

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

occhidibimbo.com partecipa al programma associati di Amazon Services LLC, un programma di promozione progettato per provvedere i mezzi ai webmaster per guadagnare una percentuale linkando a prodotti presenti su amazon(.com, .co.uk, .it etc) e ogni altro sito che può essere affiliato con il servizio associati di Amazon Service LLC.

Le immagini sono realizzate personalmente dallo staff di Occhi di Bimbo o reperite presso la directory pexels.com o realizzate dagli illustratori intervistati ed il copyright è dei rispettivi creatori. Se il loro utilizzo violasse diritti di autore saranno rimosse.

L’autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Ogni mio articolo e pensiero è frutto di ciò che provo e di ciò che voglio trasmettere, sarà mia discrezione accettare o meno collaborazioni con brand di prodotti e/o servizi, al fine delle tematiche del blog, al benessere dei lettori e non da meno alla mia etica.