Faccia a faccia con Martina Peluso

Vedi la galleria immagini
4 Foto
Faccia a faccia con Martina Peluso
Martina Peluso

Faccia a faccia con Martina Peluso
Martina Peluso

Faccia a faccia con Martina Peluso
Martina Peluso

Faccia a faccia con Martina Peluso
Martina Peluso

Sona nata e cresciuta a Napoli, ma da qualche anno vivo in Scozia, paese che amo, ma spero di poter tornare un giorno al sole del sud. Ho studiato arte della stampa e poi ho proseguito gli studi artistici come autodidatta.

Quando hai capito che l’illustrazione era la tua professione?

Più o meno durante la scuola superiore, ma una volta terminata ho cambiato orientamento di studi, e ho iniziato a lavorare in un progetto educativo per minori a rischio, ma poi l’incontro con questo settore è stato inevitabile, per caso ho iniziato a conoscere altri illustratori e questo mi ha riportata sulla strada che ormai seguo da anni.

Il tuo linguaggio visivo è molto particolare, quali sono le tecniche e gli strumenti che usi quando disegni?

Generalmente parto dallo schizzo a matita che cerco sempre di fare dettagliatamente in modo da avere le idee chiare sulla posizione delle luci e delle ombre e poi passo al colore con gli acrilici

Cosa pensi del tuo futuro da illustratrice?

Cerco di non pensarci, al momento il mondo del lavoro non è uno degli aspetti più rassicuranti per la nostra generazione, ma mi auguro sempre che possa andare bene come ora o magari migliorare.

Nel tuo lavoro hai avuto modo di stringere collaborazioni particolari?

Sicuramente la collaborazione più importante è il confronto con i miei colleghi, che con alcuni di loro avviene giornalmente via Skype.

Perché illustrazione per bambini?

Ho sempre amato il mondo dell’infanzia e per anni ho anche lavorato con i bambini sia in progetti sociali che in attività laboratoriali, ho sempre disegnato da quando ero bambina quindi ho pensato che unire i due aspetti fosse un buon modo per soddisfare le mie passioni.

Quali sono i tuoi punti di riferimento nel mondo dell’illustrazione? A chi ti ispiri?

Più che ispirarmi a qualcuno penso che sia importante trovare la propria personalità in questo lavoro, sicuramente ci sono tantissimi illustratori che stimo tantissimo troppi da elencare.

La giusta ricetta per una illustrazione efficace.

Non credo ci sia una giusta ricetta per una illustrazione efficace, in generale ognuno ha un gusto diverso e alcuni possono apprezzare immagini che altri possono non amare, quindi penso che una illustrazione è efficace in base a quanto amore e passione un artista usa per crearla.

In questi anni, chi ti ha supportato e creduto nel lavoro che fai?

Sono stata molto fortunata, sia la mia famiglia che i miei amici mi hanno molto supportata. Non ultimo il mio compagno che sopporta gli orari sregolati di lavoro e i progetti andati in fumo per consegnare in tempo.

Il consiglio più utile che hai ricevuto.

Di non arrendermi alle difficoltà.

Che consiglio daresti a chi vuole iniziare quest’avventura?

Lo stesso consiglio che hanno dato a me, sicuramente non è semplice riuscire a fare questo lavoro ma perseverare aiuta.

Segui Martina Peluso sul sul blog, Behance e Facebook.

Hey Ciao!

Iscriviti alla newsletter di Occhi di Bimbo per ricevere tutti gli aggiornamenti del blog

Grazie per esserti iscritto!