Estratti e centrifugati: benessere per tutta la famiglia

La frutta e la verdura nella nostra dieta

Frutta e verdura sono i principali alleati del nostro benessere, eppure purtroppo i dati ci dicono che soprattutto i giovani tendono a diminuire il consumo di frutta e verdura, andando così sempre più incontro a disturbi della salute che questi alimenti possono invece aiutarci ad evitare.

Assumere frutta e verdura (meglio se fresche, di stagione e biologiche perché possano mantenere intatte sostanze quali vitamine e antiossidanti e si possa usufruire del massimo potere nutritivo del vegetale giunto a naturale maturazione, senza la presenza di sostanze chimiche nocive) è infatti fondamentale per prevenire molti disturbi e patologie anche gravi.

Molto importante far conoscere e consumare ai più piccoli verdure e frutta di stagione, per iniziare fin dallo svezzamento un percorso di educazione all’alimentazione che consenta una corretta crescita dei bambini. Ricchissimo infatti l’apporto di vitamine, sali minerali e altre sostanze che ci assicurano il giusto apporto di nutrienti indispensabili per il buon funzionamento di tutto il nostro organismo. Frutta e verdura, inoltre, sono poco caloriche e povere di grassi.

Ormai molti i dati accertati sull’efficacia preventiva di frutta e verdura su molte patologie, prime fra tutte le malattie cardiovascolari, ma anche per quanto riguarda il diabete di tipo 2 (con l’eccezione dei succhi di frutta, che sembrano invece, secondo alcuni studi, incidere sullo sviluppo del diabete in età adulta), disturbi della vista, ipertensione, insorgenza di tumori, malattie dell’intestino, abbassamento del colesterolo nel sangue, malattie delle ossa e delle articolazioni.

Tra i micronutrienti e altri elementi forniti da frutta e verdura si ricordano:

  • vitamina C: rinforza il sistema immunitario e contribuisce al buono stato di denti, ossa, pelle e vasi sanguigni; è antimicrobica e aumenta l’assorbimento intestinale del ferro;
  • vitamina A: difende la pelle, le mucose e la vista, favorendo lo sviluppo delle ossa;
  • potassio: utile per muscoli e cuore; regola la funzionalità renale;
  • vitamina K: agisce soprattutto nel corretto funzionamento della coagulazione;
  • fibre: indispensabili per il buon funzionamento del transito intestinale, proteggono anche da diabete, malattie cardiovascolari e alcuni tumori;
  • antiossidanti (polifenoli): proteggono dall’invecchiamento, dalle malattie cardiovascolari e da alcuni tumori;
  • licopene: protegge dai tumori, è antiossidante e agisce contro l’ipertensione;
  • carotenoidi: quali ad esempio luteina e zeaxantina, che aiutano a proteggere la vista e a prevenire molte altre patologie, quali l’invecchiamento cellulare;
  • acido folico: fondamentale in gravidanza per la prevenzione della spina bifida e per la crescita;
  • fruttosio: lo zucchero naturale della frutta, che grazie alle fibre viene assunto lentamente, favorendo l’equilibrio degli zuccheri nel sangue e il rifornimento di energia a lungo termine;
  • selenio (soprattutto in funghi, sedano, pomodori, carote, zucchine e finocchi): antiossidante, previene malattie cardiache e alcune forme tumorali;
  • magnesio: importante per i muscoli, contro la stanchezza e l’irritabilità;
  • flavonoidi: (come ad esempio la quercitina) aiutano a combattere l’insorgere di tumori e malattie cardiovascolari, prevengono l’invecchiamento cellulare e rinforzano le difese immunitarie;
  • ferro: elemento fondamentale per la distribuzione dell’ossigeno nell’organismo (presente soprattutto nelle barbabietole, nei cardi, nei fagioli, nei pomodori, negli spinaci, ma da assumere assieme ad altre verdure e frutta ricca di vitamina C per aumentarne l’assorbimento);
  • calcio (soprattutto nella verdura): importante per il tessuto osseo, per il tessuto nervoso e muscolare;
  • allicina (soprattutto in aglio e cipolla): proprietà antibatteriche, abbassa il colesterolo, normalizza la pressione, riduce i tumori allo stomaco;
  • clorofilla: antiossidante, antianemica, cicatrizzante, regolarizza il ciclo mestruale.

La quantità raccomandata dall’OMS è di circa 400 grammi di frutta e verdura da assumere durante la giornata.

Una quantità che può essere divisa (come indica anche la dieta mediterranea) in cinque porzioni al giorno (colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena).

Il consiglio è quello di variare la scelta tra frutta e verdura di cinque colori diversi per integrare le loro differenti proprietà:

  • frutta e verdura bianche (pere, pesche bianche, banane, finocchio, aglio, cipolle, patate, funghi, mela, sedano, cavolfiori, porri: alimenti ricchi di potassio, selenio e composti solforati che permettono di aumentare le difese immunitarie, di rinforzare ossa e polmoni, di prevenire patologie cardiovascolari e neoplasie; contengono sostanze antiossidanti e antianemiche);
  • frutta e verdura giallo e arancio (arance, mandarini, albicocche, kaki, limoni, melone, nespole, pompelmo, ananas, zucche, peperoni, mais, carote: alimenti ricchi di vitamina C, flavonoidi e carotenoidi);
  • frutta e verdura rosse (pomodori, peperoni, fragole, cipolle, mele, melagrane, lamponi, angurie, barbabietole rosse, ciliegie, radicchio, rape rosse e ravanelli: alimenti ricchi di licopene, antiossidanti e ferro, ottimi per abbassare la pressione, per il cuore e per l’insorgere di tumori);
  • frutta e verdura verdi (asparagi, cavoli, cicoria, basilico, indivia, piselli, prezzemolo, carciofi, rucola, lattuga, cetrioli, zucchine, bieta, spinaci, kiwi, mele verdi, avocado, lime, uva: alimenti ricchi di clorofilla, acido folico, luteina e polifenoli che stimolano le difese immunitarie, migliorano la salute degli occhi, delle ossa e dei denti; le verdure a foglia larga contengono anche molta vitamina K e magnesio);
  • frutta e verdura blu-viola (melanzane, mirtilli, fichi, more, uva nera, ribes, cavolo rosso, carote viola, prugne, susine, radicchio: sono antiossidanti, aiutano la circolazione e il sistema nervoso, proteggono la vista e la funzione urinaria, aiutano la memoria);

Gli estratti e centrifugati di frutta e di verdura

Consumare frutta e verdura cotta spesso inattiva la maggior parte delle vitamine, sensibili al calore.

Molti infatti i benefici degli estratti e centrifugati di frutta e verdura, come abbiamo constatato anche su un post sul sito dimagrirebellezza.com, con i quali si possono utilizzare appieno tutte quelle proprietà apportate da sostanze quali vitamine e sali minerali di cui il nostro organismo ha bisogno.

Il consumo di estratti e centrifugati – veri e propri concentrati di sali minerali e vitamine, che a differenza dei frullati non vengono preparati con altri ingredienti, quali latte o latte vegetale, yogurt, zucchero o miele – aiuta innanzitutto l’organismo a depurarsi ed è quindi molto utile anche quando si è seguita un’alimentazione scorretta o si siano seguite terapie farmacologiche.

Si tratta di preparazioni che permettono un maggior assorbimento dei nutrienti rispetto a quello che avremo mangiando frutta e verdura fresche, in quanto consente di estrarre i nutrienti da quelle parti che solitamente con vengono utilizzate, come ad esempio semi, buccia e gambi, che spesso invece rappresentano le parti che contengono maggior quantità di nutrienti.

In particolare, estratti di frutta e verdure verdi sono particolarmente indicati per soggetti anemici, in quanto la clorofilla in essi contenuta ha proprietà antiossidanti e antianemiche.

Sia gli estratti sia i centrifugati, a differenza dei normali succhi di frutta in commercio, oltre ad essere molto più ricchi di vitamine e sali minerali, non contengono conservanti e coloranti e possono essere preparati senza l’aggiunta di zuccheri.

Si tratta di bevande che possiamo preparare facilmente in casa per mezzo di centrifughe ed estrattori e che hanno anche il vantaggio di essere di rapida preparazione.

Con la centrifuga la parte solida viene separata ad alta velocità da quella liquida; la polpa viene spinta dalla forza centrifuga attraverso un sottile setaccio che ne estrae solo il succo. Con l’estrattore, l’estrazione avviene più lentamente e a basse temperature, in quanto le lame ruotano a bassa velocità senza creare surriscaldamento, mantenendo ancora più inalterate le proprietà dei nutrienti.

È inoltre bene precisare che gli estratti e i centrifugati di frutta e di verdura non contengono fibre e risultano pertanto molto digeribili, anche se quindi non sono particolarmente utili per chi ha problemi di stipsi. In questi casi è consigliato integrare durante la giornata anche con l’assunzione di frutta e verdura interi.

Inoltre da considerare che non tutta la verdura e la frutta può essere impiegata per centrifugati ed estratti, ed in particolar modo melanzane, patate, banane, fichi e avocado.

Benessere per tutta la famiglia

Le varie combinazioni di frutta e verdura possono essere scelte in base ai propri gusti. Il consiglio è quello di consumarli da soli, senza abbinarli ad altri alimenti e appena preparati, in quanto le vitamine sono facilmente deperibili.

Adatti a molte tipi di diete, estratti e centrifugati di frutta e verdura possono essere proposti come valida alternativa ai bambini.

Da ricordare che il massimo dei benefici si ottiene utilizzando frutta e verdura di stagione ben matura, meglio se proveniente da coltivazioni biologiche, soprattutto se si intende utilizzare anche la buccia della frutta.

Ottime e solitamente gradite anche dai bambini le combinazioni di:

  • mela, pera e finocchio (adatta anche ai più piccoli);
  • limone, kiwi, pera, uva bianca e sedano; carota, albicocca e pesca;
  • fragole, lamponi, mela rossa e pomodoro (adatta per i più grandicelli, contenendo fragole e pomodori che potrebbero essere allergizzanti);
  • carota, albicocca e pesca (adatto per i bambini a partire dai dieci mesi);
  • arance, kiwi, carote.
Nessun commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Hey Ciao!

Iscriviti alla newsletter di Occhi di Bimbo per ricevere tutti gli aggiornamenti del blog

Grazie per esserti iscritto!