Come proporre un libro senza parole ai bambini? E come leggerlo?

Come proporre un libro senza parole ai bambini? E come leggerlo? - 2021

I Silent Book sono una delle attività ricreative da fare in gruppo, specialmente quando si hanno molti bambini intorno ma possono essere anche simpatici momenti da trascorrere in famiglia.

Oltre a stimolare la fantasia dei vostri figli, i libri senza parole permettono di sviluppare la loro capacità d’espressione, di comunicazione e di attenzione ai dettagli.

Cosa sono i libri senza parole?

I Silent Book sono degli albi di immagini, dove i disegni rappresentano la scenografia della storia che andrete a raccontare. Si tratta di libri alla portata di tutti, dai bambini agli adulti, sono un modo diverso di giocare ed iniziare i propri figli alla lettura vera e propria.

Il più delle volte sono i genitori ad essere bloccati da questa narrativa mentre i bambini ci vedono una storia noi adulti vediamo solo delle immagini, quindi è completamente normale trovarsi attanagliati dai dubbi “Come leggo un libro senza parole a mio figlio?” “Come funziona?” “Cosa devo fare?”.

Come proporre i Silent Book ai bambini

Forse non lo sapete, ma i bimbi adorano raccontare storie ed i libri senza parole permettono loro di esprimere al meglio se stessi. Inoltre, sono un ottimo modo per riuscire ad unire un gruppo di bambini e permettere loro di comunicare, facendo interagire anche i più timidi.

La lettura è prettamente semplice, si prende il figlio o il gruppo di bimbi, dopodiché aprite la prima pagina. Solitamente le immagini rappresentano una situazione iniziale e il nostro lavoro di “guide narratrici” consiste nel porre semplici domande, al resto ci pensano i bambini, costruendo mano in mano, pezzo per pezzo, la storia raffigurata.

Per dare il via alla narrazione solitamente il supporto dell’adulto consiste in domande come: “Dove siamo qui? Che succede?” “E cosa stanno facendo?” “Secondo te ci sono altre persone coinvolte?”.

Insomma, il tutto dipende da cosa c’è raffigurato, ma basta davvero poco e i vostri figli si perderanno nello spiegare le avventure che stanno vivendo insieme ai protagonisti.

____________________

ByStefania
Questo articolo è stato realizzato grazie al progetto Leggére storie da leggere – In merito al bando per la promozione della lettura nella prima infanzia: Leggimi 0-6. Promosso dal Centro per il libro e la lettura – Selezione libri a cura de La Vetrina centro di documentazione della Provincia di Brescia

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

occhidibimbo.com partecipa al programma associati di Amazon Services LLC, un programma di promozione progettato per provvedere i mezzi ai webmaster per guadagnare una percentuale linkando a prodotti presenti su amazon(.com, .co.uk, .it etc) e ogni altro sito che può essere affiliato con il servizio associati di Amazon Service LLC.

Le immagini sono realizzate personalmente dallo staff di Occhi di Bimbo o reperite presso la directory pexels.com o realizzate dagli illustratori intervistati ed il copyright è dei rispettivi creatori. Se il loro utilizzo violasse diritti di autore saranno rimosse.

L’autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Ogni mio articolo e pensiero è frutto di ciò che provo e di ciò che voglio trasmettere, sarà mia discrezione accettare o meno collaborazioni con brand di prodotti e/o servizi, al fine delle tematiche del blog, al benessere dei lettori e non da meno alla mia etica.